27 Giugno - Arrivo a Delhi

toyotaArrivo A Delhi con AirFrance da Torino con scalo a Parigi, ottimo volo, arrivo in perfetto orario alle 22.15 locali (+ 3 ore e 1/2 rispetto all’Italia, quindi non siamo neanche tanto stanchi visto che per noi sono solo le 18.45); all’uscita dell'aeroporto ci aspetta, con un cartello formato A4 con su scritto FRANCO GUADAGNI tenuto alto sulla folla in attesa, il nostro Tour Operator locale, il signor Karni Singh, e con lui una spendida Toyota grigio metallizzato tutta per noi, perfetta, comodissima, naturalmente con A/C, completa di autista: Gajju,gajju 32 anni, riverente e compito, sempre ben vestito, con baffetti e capelli di un nero corvino lucente. Il primo impatto è stato col clima, caldo-umido in un modo che se non l’hai provato non riesci a immaginarlo, e che ci ha fatto incollare gli abiti alla pelle in due minuti, nonostante l’ora. Subito ci accoglie il traffico di Delhi, caotico e disordinato all'inverosimile, in cui comunque Gajju si destreggia egregiamente. Ci dirigiamo verso l’ Hotel Singh Sons, abbastanza pulito e di buon livello, però in una brutta zona della città. Cosa non molto importante perché ci serve solo per una notte. Andiamo infatti subito a dormire, dopo aver “riorganizzato” i bagagli per i prossimi giorni.

HOME PAGE -- Domani...