Le concerie di Fes

La lavorazione del pellame e' uno dei mestieri piu' terribili, per gli uomini e per l'ambiente, come sa chi si e' trovato a passare nei paesi tra Pisa e Firenze devastati dalle materie chimiche utilizzate per la concia e la tintura. In Marocco si lavorano pellami di pecora, capra, dromedario oltre naturalmente al cuoio bovino, ed i quartieri dei conciatori/tintori a Marrakech e Fes sono una realta' dura e non solo (per lo meno non ancora) un'attrazione per turisti. Noi abbiamo visto un cortile di tintori a Fes. Il cortile non e' facilmente accessibile dai vicoli della medina, ma puo' essere visto dall'alto, dalla terrazza di un negozio di articoli in pelle (guarda caso). Lo spettacolo che si presenta improvviso quando si guarda di la' dal muretto del terrazzo e' abbastanza toccante anche per chi di cose ne ha viste tante. Ho detto a coloro cui ho brevemente raccontato questa vacanza che la visita della medina di Fes mi ha ricordato i vicoli di Varanasi (Benares), una delle citta' piu' povere del mondo, e la visione quasi da inferno dantesco delle tintorie mi ha riportato, mutatis mutandis, a quando mi sono affacciato sui "Ghat", gradinate che scendono sul Gange affollate dalla varia misera umanita' che va a fare le abluzioni nel fiume sacro su cui a volte galleggiano cadaveri di persone e animali. I visitatori che vanno ad affacciarsi sulle tintorie vengono forniti di un abbondante mazzo di menta fresca da tenere attaccato al naso per tamponare un po' la puzza di carne in putrefazione e di concianti chimici che si leva dai pozzi di tintura in cui le pelli vengono lasciate a macerare per giorni, rivoltate di tanto in tanto con bastoni dai lavoratori (che operano senza menta al naso...). Io per poter fotografare tranquillamente ho atteso che il gruppo fosse passato, e sono sgusciato sul terrazzo da solo, mentre gli altri venivano sottoposti alla rituale tortura della vendita di articoli artigianali in pelle. Per avere mano libera ho rinunciato alla menta e devo dire che, sebbene ne sia uscito senza traumi alle mucose nasali e senza alcun problema polmonare, un po' di profumo avrebbe aiutato...



thumbnail
Le vasche di tintura:
quelle scure per i colori


thumbnail
Le vasche chiare sono per
la concia e per la tintura
a colori chiari


thumbnail
Vista sulle lane
provenienti dalle
pelli


thumbnail
Il cortile dei tintori immerso
nella medina di Fes


thumbnail
  In alto a destra si possono
vedere le pelli stese ad asciugare




Home